L’Assemblea dei sindaci ha approvato oggi pomeriggio all’unanimità la proposta di nuovo statuto della Provincia di Terni precedentemente votata dal Consiglio provinciale. Il voto odierno rispetta quanto previsto dalle nuove leggi sul riordino e la riforma delle Province che prevedono l’esame finale dell’Assemblea dei sindaci dopo quello del Consiglio di Palazzo Bazzani. Ad illustrare in aula lo statuto sono stati il presidente della Provincia Leopoldo di Girolamo e il relatore della Commissione statuto Riccardo Maraga i quali hanno sottolineato come “lo statuto incarni il nuovo ruolo delle Province quali enti di secondo livello di area vasta principalmente a sostegno e supporto dei comuni del territorio provinciale”. “Il nuovo documento – ha affermato poi il presidente di Girolamo – è adeguato alle leggi di riordino delle Province e prevede solo tre organi: il presidente, il Consiglio provinciale e l’assemblea dei sindaci. Successive integrazioni potranno essere eventualmente valutate con l’introduzione di regolamenti applicativi”. Su proposta del presidente, successiva ad alcune sottolineature del sindaco di Avigliano Umbro Giuseppe Chianella, l’assemblea ha assunto l’impegno ad esaminare lo statuto non appena sarà approvato il disegno di legge regionale, così da poterlo armonizzare definitivamente con il testo del Consiglio dell’Umbria. In quella sede, se necessario, verranno fatte le eventuali modifiche occorrenti.