Nell’ultima riunione della Seconda Commissione del consiglio regionale, si è parlato anche del Piano regionale dei Trasporti, documento predisposto dalla Giunta umbra ed in fase di ultimazione.

È stato l’assessore ai Trasporti, Silvano Rometti, a fare il punto della situazione sul Piano, assicurando che prima della metà del prossimo mese di marzo la Giunta regionale adotterà il documento per trasmetterlo alla Commissione e quindi farlo approdare in Aula per l’approvazione entro la fine della legislatura.

Nel ribadire che con questo documento di programmazione “la Regione Umbria punta, in particolare, ad una mobilità meno impattante dal punto di vista ambientale e all’efficientamento e all’integrazione del sistema, con l’obiettivo di raggiungere un migliore rapporto costi/ricavi”, l’assessore Rometti ha ammesso che l’adozione definitiva del Piano da parte della Giunta avverrà con qualche settimana di ritardo dovuta al percorso obbligatorio di Vas, la Valutazione ambientale strategica. Nel frattempo – ha spiegato – hanno avuto comunque luogo confronti approfonditi con i Comuni, oltre a cinque incontri tematici da cui è emersa una sostanziale condivisione delle linee guida del documento che prevede molte scelte innovative. Tra i punti critici che verranno approfonditi all’interno di questa Commissione – ha sottolineato Rometti – ci sono i criteri per la ripartizione dei servizi minimi, che verranno comunque assicurati ad ogni territorio. Il Piano regionale dei trasporti e quello del bacino unico – ha concluso l’assessore umbro – rappresentano lo strumento attuativo propedeutico per la gara di affidamento dei servizi che dovrà essere espletata entro la fine dell’anno in corso”.