Una verifica dei permessi di parcheggio auto per disabili e degli altri permessi speciali.

E’ quanto chiede il consiglio comunale di Terni che ha approvato oggi – con 25 voti favorevoli e due sole astensioni – un atto d’indirizzo in tal senso.

In particolare, il documento impegna il sindaco e la giunta municipale “a dare disposizioni nei confronti degli assessori competenti affinché il rilascio dei permessi di circolazione e parcheggio per disabili e degli altri permessi speciali avvenga con la massima serietà e solo nei confronti delle categorie che ne hanno diritto, per evitare ogni favoritismo o abuso, provvedendo con sollecitudine al ritiro dei permessi scaduti e o le cui condizioni di rilascio siano venute meno per decesso o guarigione”.

Al tempo stesso, il consiglio chiede che l’esecutivo di Palazzo Spada faccia effettuare tutti i dovuti controlli “affinché nelle aree pedonali non si ecceda nella sosta” anche con i permessi speciali, “quando la stessa sia sfacciatamente superiore alle effettive necessità per le quali il permesso è stato rilasciato”.

L’atto impegna inoltre la giunta, quando se ne riscontri la necessità, ad aumentare l’offerta dei parcheggi per disabili, riducendo quelli a pagamento; a riferire annualmente per scritto al consiglio con una relazione che riporti il numero dei permessi rilasciati, di quelli ritirati e delle ammende comminate; ad evitare “nel modo più assoluto, che ci siano comportamenti omissivi nei confronti di amministratori pubblici, assessori, consiglieri comunali, rappresentanti di partiti che invece dovrebbero costituire esempio di correttezza e di legalità”.