L’Assemblea regionale di Palazzo Cesaroni ha approvato, con 18 voti favorevoli della maggioranza e 10 contrari dell’opposizione, l’esercizio provvisorio del bilancio di previsione per il 2015.

“Il disegno di legge – ha spiegato il relatore del provvedimento, Luca Barberini – garantisce la continuità gestionale e contabile, non essendo stata presentata la legge del bilancio di previsione per il 2015 entro il 31 dicembre. La proposta necessariamente si ripete ogni anno perché è veramente difficoltoso, direi impossibile, riuscire a fare un bilancio regionale se prima non si conosce il contenuto della legge di stabilità nazionale. L’autorizzazione all’esercizio provvisorio – ha aggiunto – è effettuata sulla base degli stanziamenti dell’ultimo bilancio approvato, quello del 31 dicembre 2014, e pone delle limitazioni per tre mesi, fino al 31 marzo 2015. È consentita la gestione delle entrate e delle spese limitando l’impegno e il pagamento delle spese non obbligatorie nella misura di un dodicesimo degli stanziamenti di riferimento per ogni mese di esercizio provvisorio, fatta eccezione per i casi per i quali non sono previste limitazioni di sorta e che saranno riscritte con la medesima legge di bilancio alla competenza dell’anno 2015 con le stesse finalità”.