La scelta del testo del PD come base della discussione è stato votato- presso la commissione speciale per le riforme statutarie e regolamentari del consiglio regionale dell’Umbria – da Monacelli (Udc), Nevi (FI), Mantovani (UP-Ncd) e Smacchi (PD), mentre Goracci (Comunista umbro), Brutti (Idv), Stufara (Prc-Fds) hanno votato contro, Buconi (Psi) si è astenuto e Zaffini (Fd’I) non ha partecipato alla votazione.

Su quella riguardante invece la proposta avanzata da Mantovani, poi respinta, si sono espressi a favore – oltre allo stesso Mantovani – Goracci, Nevi, Monacelli, Stufara e Zaffini, mentre hanno votato contro Smacchi e Buconi (occorre ricordare che il voto in Commissione è ponderato, ciascun commissario esprime cioè i voti del gruppo consiliare che rappresenta).

La proposta di convocazione al 22 dicembre, avanzata dal presidente Smacchi è stata infine approvata con il suo voto favorevole e con quello di Buconi, contrari Nevi, Monacelli, Mantovani, Brutti e Stufara.