Tre distinti atti d’indirizzo sulla nuova legge elettorale regionale sono stati votati dal consiglio comunale di Terni nel corso dell’ultima seduta.

In particolare, con 8 voti a favore, 4 contrari e 13 astensioni, l’assemblea municipale ha approvato l’atto proposto da Giuseppe Mascio favorevole al metodo proporzionale e alla rappresentanza per ogni territorio, con 20 collegi e contrario – tra l’altro – alla riduzione del numero dei consiglieri, diminuendo però i costi e gli emolumenti.

Con 20 voti a favore e 5 contrari, il consiglio ha anche approvato l’atto proposto da Franco Todini, in precedenza emendato su proposta di Andrea Cavicchioli, che impegna il sindaco ad attivarsi nei confronti del Consiglio Regionale per chiedere una specifica audizione al fine di sostenere per la nuova legge elettorale regionale la necessità di prevedere due collegi individuati secondo i territori delle due aree vaste – provincie di Terni e Perugia.

Respinto, invece, con 7 sì, 16 no e una astensione, l’atto proposto da Valdimiro Orsini.