Sulla proposta di legge bipartisan presentata dai consiglieri Zaffini (Fd’I) e Mariotti (Pd), che andrebbe a modificare le norme in materia di trasporto pubblico regionale e locale, individuando ‘Umbria TPL e Mobilità spa’ quale “Agenzia unica per la mobilità ed il trasporto pubblico locale’, l’assessore Rometti, con una lettera inviata alla Seconda Commissione, chiede la sospensione dell’esame dell’atto, annunciando la presentazione di un analogo disegno di legge della Giunta.

Zaffini, (Mariotti era assente) ha espresso la propria contrarietà definendo l’invito dell’Esecutivo “scorretto nella forma e ignorante nella sostanza perché – afferma – si tratta di un testo di legge sul quale l’intero Consiglio ha votato all’unanimità l’urgenza”.

“Occorre dargli corso immediato – ha sottolineato ancora il consigliere della moniranza – perché individuare ‘Umbria Tpl e Mobilità spa’ quale Agenzia unica per la Mobilità ed il trasporto pubblico locale, attribuendole quindi il ruolo di soggetto regolatore per conto di Regione, Province e Comuni, permetterebbe alla Regione, già da quest’anno, un risparmio annuo, grazie al recupero dell’Iva, che va dagli 8 ai 10 milioni di euro”.