Torna in Prima Commissione l’assestamento del bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2014. La manovra, dall’ammontare complessivo di 34,8 milioni di euro, verrà così riesaminato dall’organismo consiliare su richiesta dell’Esecutivo di Palazzo Donini.

La decisione è stata presa dal consiglio regionale, con 17 voti favorevoli (della maggioranza) e 10 contrari (delle opposizioni), su richiesta dell’assessore Fabrizio Bracco ed ha fatto seguito alla bocciatura (15 sì, 11 no (di Forza Italia, Umbria popolare – Ncd, Udc, Fratelli d’Italia) e 4 astenuti (Brega, Smacchi, Barberini – Pd, Goracci – Cu) di un emendamento della Giunta che proponeva, prioritariamente, un finanziamento aggiuntivo di 90mila euro per la società Sviluppumbria.

L’atto verrà quindi nuovamente discusso in Prima commissione nella seduta già convocata per la mattinata di domani per poi essere riportato in Assemblea nella riunione fissata per il pomeriggio di venerdì 14 novembre.