Un intervento urgente da parte della Giunta a tutela dell’area del lago di Piediluco nei pressi dell’ex ristorante Il Covo, viene chiesto dal consigliere  comunale ternano Sandro Piccinini (Pd).

“La situazione di una delle aree più belle e affascinanti del lago sta degenerando”, dice Piccinini che ricorda come il terreno sul quale si trovano gli immobili del ristorante e i servizi annessi sia di proprietà comunale.

“Il contratto di gestione è scaduto da mesi e già dalla stagione estiva, l’immobile e la spiaggia sono stati vandalizzati. In questi ultimi giorni poi la situazione è peggiorata: ci sono stati dei furti che hanno riguardato anche i forni, la copertura del tetto è stata divelta e alcuni materiali inquinanti sono stati gettati nel lago. Di notte vengono accesi fuochi all’interno dell’area che continua ad essere frequentata in maniera abusiva”.

Per questo Piccinini sollecita la Giunta ad occuparsi urgentemente della questione e, in particolare, a predisporre immediatamente un nuovo bando per la gestione del ristorante e dell’area. “Sarebbe un segnale importante per il rilancio di Piediluco e anche per creare un minimo di occupazione, comunque importante in un periodo come questo. Ma occorre fare in fretta se si vuole che quest’area a ridosso del centro nazionale di canottaggio e del campeggio, torni ad essere gestita e frequentata nella prossima stagione”.