La lista Cittaperta TerniDinamica, seconda forza della coalizione di centro sinistra che governa la città, ha deciso di continuare questa esperienza elettorale dandosi una veste di movimento e costituendo un coordinamento politico in chiave di un rinnovato impegno politico riformista e liberale in appoggio al premier Matteo Renzi per la costituzione di un nuovo partito della sinistra che includa le forze civiche, laiche, liberaldemocratiche e riformiste presenti nella società.

Il coordinamento politico è formato da candidati della lista, iscritti al PD, iscritti al gruppo territoriale ternano di Scelta Civica e da appartenenti all’associazione Cittaperta.

Il principio che guiderà le scelte e le proposte del movimento sarà quello del “cittadino competente”, l’organizzazione sarà orizzontale in cui ognuno avrà possibilità di proposta e di critica costruttiva sulle iniziative e sulle idee in campo.

Il movimento non avrà organismi direttivi e le decisione verranno prese sempre a maggioranza degli appartenenti, movimento che rimane comunque un organismo aperto, paritario ed inclusivo per tutti quelli che, riconoscendosi in questa area, ne vorranno essere parte attiva.

La funzione organizzativa e di raccordo tra il movimento le istituzioni, la stampa e le altre forze politiche è stato affidato a Massimo D’Antonio già responsabile del gruppo ternano di Scelta Civica per una TerniDinamica.

Fanno parte del coordinamento politico: Alberto Bersani, Gianluca Petigliani, Paolo Massarelli, Elisabetta Gugliotta, Aneudis Ozoria, Claudio Garofoli, Fabio Pieroni, Paola Miccadei, Maurizio Borseti, Maurizio D’Ammando, Raquel Grifoni, Sauro Santini, Manila Cruciani, Alessandro Gaudino, Gennaro Iommi, Isabella Ceprini, Sonia Camilli, Lia Fontana, Elia Giovanni Orsini, Daniela Qualano, Walter Patalocco, Alberto Bravini, Fabio D’Ippolito e l’On. Andrea Romano che ha aderito in questi giorni al nuovo Partito democratico Pd 2.0, che con Matteo Renzi si è finalmente aperto ai temi liberali.

Il movimento vuole contribuire a Terni alla costituzione del nuovo partito a vocazione maggioritaria dei progressisti e dei liberali italiani. Renzi oggi ha disegnato i confini politici e culturali di quel nuovo partito che serve alla trasformazione storica nella quale è impegnata l’Italia. Un partito capace di allargare i tradizionali insediamenti sociali e culturali della sinistra italiana, aprendosi finalmente ai temi liberali e rispondendo al bisogno di rilanciare il nostro bipolarismo in chiave europea.

La presenza di Andrea Romano conferma il suo legame e la sua attenzione alla città di Terni ed alle sue problematiche, arricchendo il centro sinistra ternano di un nuovo e dinamico interlocutore a livello governativo che si farà carico di manifestare e sostenere le esigenze del territorio a livello nazionale.

Nel coordinamento politico non sono stati inclusi i tre consiglieri eletti nelle liste di Cittaperta TerniDinamica ne l’assessore Tedeschi afferente al movimento. Questo per tenere separata le funzione politica da quella amministrativa e garantire ad entrambe la propria autonomia. Rimane però un forte legame di collaborazione per la presentazione in consiglio di atti di indirizzo e proposte. Comunque i rappresentanti in comune saranno sempre invitati alle riunioni del coordinamento politico.