Il video spopola sulla pagina facebook SFAU Associazione Filarmonica Avigliano Umbro. A realizzarlo sono stati i 28 musicisti del corpo bandistico aviglianese, impegnati nell’esecuzione dell’Inno di Mameli.

“Un’idea collettiva realizzata con le mani tecnologiche dei nostri ragazzi – dice Luca Longhi, presidente dell’associazione. Volevamo fare qualcosa in questo periodo di inattività, lanciare un messaggio di speranza. Alla fine abbiamo realizzato un lavoro di montaggio, con ognuno di noi che suonava la propria parte cercando di andare a tempo ed unendo a questi filmati quello del maestro, Paolo Raspetti, che ci dirigeva. Vorrei ringraziare Michele e Lucrezia Beco per la realizzazione della parte audio, Valentina Venturi per la parte tecnico-digitale e Sara Frasconi per la realizzazione delle note che accompagnano il video. Grazie a tutti i 28 musicisti che si sono organizzati per collaborare, soprattutto ai meno pratici di tecnologia, che hanno compiuto un grande sforzo. Un ringraziamento a tutta la popolazione aviglianese – conclude Luca Longhi – che ha gradito l’evento”.

Longhi annuncia che a breve, in attesa di tornare a suonare nelle piazze, il corpo bandistico potrebbe regalare qualche altra esecuzione.