Domani sera, 9 settembre, a Perugia Ponte San Giovanni, l’ultimo atto delle selezioni in Umbria.

In palio Area Sanremo e la Semifinale Nazionale del Cantagiro


Il Cantagiro chiude la sua fase regionale, con la FINALE di Perugia Ponte San Giovanni.

L’appuntamento è per domani sera, venerdì 9 settembre, all’Anfiteatro Bellini, di fronte a Piazza del Mercato.

Dopo Spina di Campello, Narni, Spoleto, Montefalco e Giove, lo storico concorso canoro che da anni viaggia nelle estati italiane alla ricerca dei nuovi talenti della musica, conclude il suo percorso regionale, venerdì 9 settembre alle ore 20:45 all’Anfiteatro Bellini/ Piazza del Mercato, di Perugia Ponte San Giovanni.

L’evento organizzato dall’Associazione “La sosta” con il Patrocinio del Comune di Perugia, coinvolgerà le vie di Ponte San Giovanni a partire dal tardo pomeriggio: quando una carovana di Auto d’Epoca sfilerà accompagnata da modelle in pieno stile vintage e preannuncerà quello che sarà poi lo spettacolo musicale. Lo spettacolo serale vedrà sul palco i 25 finalisti del Cantagiro Umbria; da qui verranno selezionati gli artisti che rappresenteranno l’Umbria alle semifinali nazionali del concorso, in programma dal 2 al 9 ottobre. La novità di quest’anno, è che dalla finale regionale di Perugia Ponte San Giovanni, verrà scelto un cantante che riceverà una borsa di studio per Area Sanremo ( Area Sanremo è l’unico concorso che permette l’accesso al Festival di Sanremo 2017). Oltre ai finalisti del Cantagiro Umbria 2016, la tappa di Perugia, vedrà esibirsi sul palco Mauro Di Maggio (cantante, musicista, compositore, autore e produttore discografico), noto al grande pubblico per aver portato alla ribalta brani come “Non ti voglio fermare” e “Questo mai”. Tra gli ospiti anche la rock band dei “The Crystal Flowers”, che scalderà la serata con alcuni brani dal sapore anni ’60-’70 tratti dal nuovo disco.

La madrina della serata, che ci delizierà anche con una performance vocale di altissimo livello, sarà ISKRA MENARINI, storica corista di Lucio Dalla, che da anni affianca il percorso di cantante solista ( Sanremo 2009 con il brano “Quasi amore”) a quello di docente di canto. Anche nella serata finale del Cantagiro in Umbria, prosegue e si consolida la collaborazione con l’associazione “Libertas Margot” (impegnata nella lotta contro ogni violenza di genere e contro ogni forma di discriminazione). I volontari dell’Associazione Margot ci dimostreranno che è possibile, uscire da una situazione di pericolo o da una probabile aggressione senza l’utilizzo della forza e della violenza.

La mission degli organizzatori del concorso è quella che dopo Celentano, Morandi, Ranieri, Modugno, Battisti o Caterina Caselli, qualche altro artista promettente, passando per il Cantagiro, riesca a raggiungere la ribalta che merita, e a fare, di quella che per ora è un’ ardente passione, una vera e propria professione. L’obiettivo degli organizzatori del Cantagiro in Umbria, è che questa ribalta, la raggiunga proprio un artista che vedremo sul palco di Ponte San Giovanni, venerdì prossimo. Le premesse ci sono, e ci auguriamo che negli anni, la premessa, non resti soltanto una promessa.

Radio Galileo, radio partner dell’evento in Umbria seguirà anche la finale regionale del Cantagiro.