Il programma della XXVIIedizione di OperaInCanto si articola, come di consueto, in due produzioni per il Teatro Secci di Terni ed il Teatro Sociale di Amelia, entrambe adatte sia al pubblico serale che a quello scolastico. La prima proposta è costituita dal dittico rappresentato dal “Lo scoiattolo in gamba” e “La scuola di guida” di Nino Rota, entrambe composte nel 1959 e raramente eseguite. Il dittico verrà presentato a Terni il 14 dicembre per le scuole e il 15 per il pubblico. A queste andrà ad aggiungersi la replica già prevista presso l’Auditorium Ennio Morricone dell’Università Tor Vergata di Roma.

Come sempre, spiega Paolo Donati dell’Associazione InCanto, affianchiamo ad un’opera breve del settecento – quest’anno un giovanissimo Mozart – una produzione moderna che infatti presenta due pièce del 1959 scritte da Nino Rota. Credo che le due composizioni di Rota riveleranno al pubblico ternano un aspetto meno noto dell’autore che, schiacciato tra la sua fama internazionale come autore di memorabili colonne sonore di film e le avanguardie musicali, non ha trovato un significativo riconoscimento da parte della critica.”

La seconda produzione sarà Bastiano e Bastiana di Wolfgang Amadeus Mozart. Il primo Singspiel dell’undicenne enfant-prodige vanta importanti origini letterarie (da Le Devin du village di Jean-Jacques Rousseau). Verso la metà del Settecento la commedia Le devin du village (L’indovino del villaggio) di Jean-Jacques Rousseau era di gran moda in tutta Europa. Nel 1767 Mozart, sul libretto di F.W.Weiskern, J.H.F.Muller e A. Schachtner ispirato a “Les Amours de Bastien et Bastienne” di M.me de Favart, compose una deliziosa opera in un atto, eseguita per la prima volta nel giardino della villa del medico Anton Mesmer a Vienna.

Per le numerose scuole che hanno aderito al progetto sono stati ideati specifici percorsi didattici. L’Associazione InCanto presenta ormai da 27 anni produzioni di grande interesse, nonostante le difficoltà sempre crescenti di reperire fondi e trovare sponsor.