In giornata odierna si è tenuto un incontro fra le OO.SS. FAI CISL UMBRIA, FLAI CGIL UMBRIA, UILA UIL UMBRIA, RSU dei siti di Sangemini e Amerino e l’Assessore Fioroni.

L’incontro si è aperto con un riassunto di quanto avvenuto in mattinata al tavolo con l’Amministratore Delegato Dott. Paganini. L’azienda ha ribadito l’importanza delle prossime tappe del concordato, che dovrebbero portare all’omologa da ottobre a seguire. È inoltre avvenuta la firma di un verbale, fortemente voluto dalle OO.SS., in cui l’azienda conferma l’utilizzo di tutti gli ammortizzatori nazionali e locali per salvaguardare l’occupazione.

Si è chiesta disponibilità al Dott. Paganini di fare un passaggio con le istituzioni per poter siglare un vero patto per il territorio, nel quale siano previsti tutti gli strumenti possibili per salvaguardare l’occupazione e rilanciare Sangemini e i marchi.

L’assessore ha annunciato che sono a disposizione 10 milioni di euro per l’area di crisi complessa, la Regione cercherà di mettere in campo tutti gli strumenti per la salvaguardia occupazionale. Le Istituzioni sono altresì propense a supportare investimenti con gli strumenti ad hoc, le parti concordano sul fatto che sia necessario intervenire sulle linee produttive ed anche sul fronte commerciale.

Verso i primi di settembre verrà organizzato un tavolo con Regione e azienda e successivamente un tavolo unico con le OO..SS..

Nella giornata di domani si terrà l’assemblea con i lavoratori. Per le OO..SS. resta prioritario il mantenimento dei livelli occupazionali, si terrà alta l’attenzione sulla vertenza (anche a livello ministeriale).