In apertura della seduta di consiglio comunale di oggi, il sindaco Leonardo Latini ha dato comunicazione sull’incontro di ieri al Mise sulla vertenza Treofan: “Ieri il primo incontro al Mise dopo le dimissioni e la nomina del nuovo liquidatore. Il tavolo rimane aperto, in quanto ora necessita della fase di reindustrializzazione del sito. Occorrono incontri cadenzati. Il liquidatore ci ha informato che non è stata ancora erogata la cassa integrazione nonostante la richiesta fatta, ci troviamo di fronte a lavoratori privi di reddito. Il liquidatore ha detto che cercherà di anticipare la quattordicesima e il premio di produzione. Il sottosegretario Todde – la cui continuità in questa vertenza è fattore rassicurante – ha comunicato che farà approfondimenti sullo stato della pratica relativa al riconoscimento della cassa.

L’assessore regionale Fioroni ha fatto dal canto sua una ampia illustrazione sugli scenari possibili, anche in collegamento al Pnrr.

Il sottosegretario Todde si è mostrato molto interessato a questi scenari legati in particolare ai bio materiali. Il liquidatore ha anche detto che sarà nominato un advisor per la reindustrializzazione. All’interno di questo scenario ho portato le preoccupazione dei lavoratori, del territorio e ho chiesto un cronoprogramma serrato per portare a soluzione una vertenza che tutti noi conosciamo. Continuo a riscontrare una coesione forte tra governo, regione e comune. Anche tutte le sigle sindacali hanno mostrato grande unità di intenti. Continuerò a seguire la questione con l’interesse dovuto a una partita così dirimente per il nostro territorio e che merita l’utilizzo di tutti gli strumenti di sostegno e di incentivo in atto, utilizzando anche il canale della transizione ecologica. La nomina dell’advisor è elemento fondamentale per la ricerca di players seri, interessati a investire e a realizzare progetti industriali sul nostro territorio”.

“In apertura dei lavori – dichiara il presidente del consiglio comunale Francesco Maria Ferranti – ho ritenuto che le comunicazioni del sindaco fossero particolarmente pertinenti vista la rilevanza della vertenza Treofan e delle richieste di informazioni pervenute da più di un consigliere nella seduta di ieri. Ci sono speranze dunque per un mantenimento di un sito industriale fondamentale per il polo chimico ternano-narnese e per l’economia della nostra regione”.