Umbria Energy nonostante il Covid presenta un bilancio 2020 con dati tutti positivi e superiori alle attese per quanto riguarda fatturato e margini.

In particolare a fronte di ricavi per oltre 90 milioni di euro (+11,6% rispetto al 2019) rendiconta un Ebitda pari a 5,39 milioni di euro (+ 17,5% rispetto al precedente anno), spinto dalla crescita del mercato libero e dalle nuove attività nel settore dell’efficienza energetica.

L’utile netto della partecipata (ASM Terni e Acea Energia) sale a 1,9 milioni con una crescita sul 2019 del 25,3%.

“Nel 2020 – evidenzia il Presidente Paolo Ricci – in un contesto caratterizzato dalla grave pandemia, abbiamo saputo gestire la crisi, continuando a garantire i nostri servizi ai cittadini, mantenendo un elevato livello di efficienza e qualità anche nei mesi più difficili. Ciò – aggiunge – si è reso possibile anche grazie all’impegno di tutte le persone e alla flessibilità organizzativa.

Questa prova di resilienza del modello di business – conclude il Presidente di Umbria Energy – continua a dare un contributo importante all’economia del territorio ternano”.