Il Comune di Avigliano ha esteso l’esonero del pagamento dell’occupazione di suolo pubblico fino alla fine di marzo. La decisione, riferisce l’amministrazione, è conseguente alle disposizioni governative per sostenere le attività economiche durante la pandemia.

Le attività interessate all’esonero sono gli esercizi di ristorazione, per la somministrazione di pasti e di bevande, esercizi per la somministrazione di bevande, comprese quelle alcooliche, nonché di latte, di dolciumi, compresi i generi di pasticceria e gelateria e di prodotti di gastronomia.

Il provvedimento vale anche, sempre per le stesse attività, se la somministrazione di alimenti e di bevande viene effettuata congiuntamente ad attività di trattenimento e svago, in sale da ballo, sale da gioco, locali notturni, stabilimenti balneari ed esercizi similari per le aree rivierasche.