Nuova manifestazione di protesta dei lavoratori della Treofan, l’azienda del polo chimico di Terni dopo che la trattativa tra sindacati e liquidatore dell’azienda, di proprietà della multinazionale Jindal, a due giorni dalla conclusione della procedura, ha visto la chiusura verso ogni richiesta di reindustrializzazione del sito. Da giovedì, dunque, potrebbero partire le lettere di licenziamento per i 142 dipendenti.

Sindacati di categoria e rsu hanno così deciso, da oggi, l’occupazione dello stabilimento.

Una delegazione, nella serata di ieri, ha raggiunto lo stadio Liberati, dove si è giocata Ternana-Casertana, per esporre uno striscione all’interno dell’impianto. Sul posto anche il sindaco di Terni Leonardo Latini. “È una doccia gelata – ha detto – bisogna stringersi intorno alla fabbrica perché la condotta nei suoi confronti è stata vergognosa”.