Pubblicato il bando per la nascita della filiera olivicola umbra che mette a disposizione oltre 5,1 milioni di euro per il settore, dando impulso alla costituzione di partenariati fra imprese agricole e imprese di trasformazione. Le domande – rende noto l’assessore regionale all’Agricoltura, Roberto Morroni – potranno essere presentate entro il 31 marzo 2021.

“Il bando – spiega – segna l’avvio del percorso di valorizzazione del settore olivicolo-oleario regionale che ci siamo posti come obiettivo prioritario. Si fa leva sull’aggregazione e sulla qualità della produzione: solo facendo squadra il settore saprà imporsi a livello nazionale e internazionale, con ricadute importanti per l’economia del territorio di cui l’olivo e l’olio sono simboli identitari”.

L’intervento si pone gli obiettivi di favorire l’incremento della produzione di olive, la concentrazione dell’offerta e l’innovazione tecnologica dei frantoi.

Il bando, infatti, finanzia la costituzione di partenariati tra imprese agricole e di trasformazione, i frantoi, che si occuperanno della vendita del prodotto quali unici intermediari tra agricoltori e mercato.

Verranno così incentivati – sottolinea la Regione – il rinnovamento e l’ampliamento delle strutture produttive attraverso la realizzazione di nuovi impianti olivicoli, per rimpiazzare, in aree vocate, quelli tradizionali inefficienti e per aumentare le superfici coltivate. Allo stesso tempo, saranno finanziabili innovazioni di processo volte al miglioramento della qualità dell’olio e al miglioramento dell’efficienza estrattiva.