La Treofan Italy srl ha inviato oggi la comunicazione ufficiale del licenziamento collettivo di 142 dipendenti, 139 dei quali attivi nello stabilimento di Terni, 95 operai e 44 impiegati. Gli altri 3, (2 dirigenti e un impiegato) sono invece presso la sede di Milano.

La procedura – che secondo la normativa ha un termine di 75 giorni – è stata avviata sulla scorta della cessazione definitiva dell’attività, conseguente alla messa in liquidazione della società.

Nella lettera inviata agli enti e alle organizzazioni sindacale interessate, l’azienda giustificherebbe la decisione con la crescente competitività del mercato, con l’aggravarsi della congiuntura economica (anche a causa della pandemia) e con i livelli elevati dei costi di esercizio dello stabilimento ternano.

I lavoratori, in presidio permanente da ieri alle portinerie della fabbrica, si sono riuniti subito in assemblea dopo aver ricevuto la comunicazione, che sarà ora al vaglio degli uffici legali delle organizzazioni sindacali per eventuali impugnazioni.

Le stesse organizzazioni sindacali, sia nazionali che territoriali, si sono infatti riservate un a analisi dei contenuti e delle motivazioni addotte dal provvedimento.