Si è svolto un incontro tra l’assessore al welfare del comune di Terni Cristiano Ceccotti e le organizzazioni sindacali degli inquilini, per esaminare i risultati del bando contributo affitti. È emerso che molte domande presentavano errori che hanno determinato l’esclusione dalla graduatoria dei richiedenti. Errori che per la maggior parte sono sanabili con un ricorso indirizzato al Comune di Terni. Le organizzazioni sindacali hanno allora chiesto all’assessore di prolungare i termini della graduatoria provvisoria che scadeva il 18 novembre, per poter fare quanti più ricorsi possibili.

Vista anche l’emergenza covid che limita i movimenti delle persone e anche l’accesso nelle sedi degli uffici dei sindacati o del Comune, l’assessore Ceccotti ha deciso di prolungare il termine della graduatoria provvisoria, previsto per il 18 novembre, fino al 15 dicembre 2020.

Le organizzazioni sindacali, apprezzando tale decisione, ritengono il termine sufficiente per fare un buon lavoro e invitano in tal senso i cittadini che hanno fatto domanda per il contributo all’affitto a recarsi presso le sedi sindacali, previo appuntamento, con tutta la documentazione in loro possesso relativa alla domanda contributo affitto. Così sarà possibile per verificare eventuali errori e sanare con il ricorso per essere riammessi alla graduatoria.