E’ stata completata con successo l’operazione di finanziamento strutturato a lungo termine di 30 milioni di euro a favore di S.I.I. scpa, società del Gruppo Acea a capitale misto pubblico-privato che gestisce dal 2002 – in regime di affidamento trentennale – il servizio idrico integrato nel Sub Ambito 4 della Regione Umbria, territorio che ricomprende 32 Comuni della Provincia di Terni, con una popolazione residente di oltre 220.000 abitanti e reti idriche e fognarie gestite per oltre 3.800 km. Lo fa sapere la stessa Acea, spiegando che il nuovo finanziamento di 20 milioni, accordato da Bnl Gruppo Bnp Paribas e da Ubi Banca – Gruppo Intesa Sanpaolo, unitamente al finanziamento di 10 milioni di accordato da Acea (socio industriale di S.I.I.), rappresenta la più importante operazione di finanza strutturata legata ad obiettivi di sostenibilità nel settore del servizio idrico integrato in Umbria.

L’operazione – si legge nella nota – è stata realizzata grazie all’impegno dei soci pubblici e dei soci imprenditori (Umbriadue Servizi Idrici scarl, ASM Terni spa e AMAN scpa) che hanno condiviso un percorso che ha portato al rafforzamento della partecipazione e della governance di Acea, primo operatore idrico in Italia, a dimostrazione del forte coinvolgimento industriale e strategico. Attraverso questo innovativo finanziamento – sottolinea Acea – S.I.I. realizzerà importanti interventi in infrastrutture idriche, fognarie e di depurazione confermando l’impegno ad operare secondo criteri di sostenibilità per raggiungere obiettivi di valore ambientale e sociale, inclusa la significativa riduzione delle perdite idriche a salvaguardia della risorsa. Fino al 2031 sono previsti, infatti, ricorda Acea, circa 130 milioni di euro di nuovi investimenti.