L’Associazione Politico-Culturale “Enrico Berlinguer” esprime solidarietà agli operai della Treofan di Terni dopo l’annuncio della Jindal di chiudere lo stabilimento attraverso la messa in liquidazione della società, nonostante sia ancora aperto il tavolo in sede Mise.

L’attenzione riservata all’evoluzione degli avvenimenti e la condivisione del dramma umano che sta dietro ad ogni probabile licenziamento, è tema vitale per chi si occupa di politica con l’occhio alle categorie operaie.

C’è una condivisa tensione che l’associazione Berlinguer vive con le 150 famiglie di operai e impiegati. Nostro compito è di proseguire sulla strada della protesta, sulla necessità di non abbassare la guardia nei confronti di tentativi che minano i diritti di chi lavora, sull’importanza di non far cadere nell’oblio le tragedie che tante famiglie vivono nel silenzio e nella compostezza imposta dalla dignità. Noi continueremo, indipendentemente dalle scelte altrui, a difendere questi diritti e ad unirci a chiunque abbia a cuore l’interesse dei lavoratori e intenda far fronte comune contro ogni forma che incida nella serenità economica dei nuclei familiari cittadini. Uniti si vince.

 Il Presidente

Giocondo Talamonti