I parlamentari eletti in Umbria, sia al Senato che alla Camera, appartenenti a tutti i gruppi politici, hanno condiviso un appello sulla situazione e le prospettive della Treofan di Terni, i cui lavoratori, insieme ai sindacati, stanno conducendo una difficile vertenza. “Crediamo sia assolutamente necessario – scrivono – che tutti gli attori di questa vicenda, ormai da tempo vertenza, garantiscano la continuità produttiva di Treofan Terni che ha delle peculiarità uniche a livello europeo ed ha sempre fornito importanti clienti, molti di cui italiani che hanno sempre creduto nel marchio”.

I deputati Virginio Caparvi e Walter Verini, che hanno coordinato l’iniziativa, spiegano come l’appello “sia stato diffuso anche in vista dell’imminente, nuovo incontro presso il Mise, che dovrà far uscire il gruppo dalle ambiguità di questi mesi e fornire garanzie sul futuro produttivo e occupazionale del sito ternano”. L’incontro è previsto per giovedì.

“La chimica ternana, umbra e italiana – proseguono deputati e senatori nella loro lettera – non si può permettere di perdere un grande fiore all’occhiello e rischiare una debacle a causa dell’ennesima multinazionale che viene nel nostro Paese per scippare il know how e poi andarsene senza colpo ferire”.