“Ad oggi la Commissione Ue non ha ricevuto alcuna notifica né informazioni specifiche in merito alla procedura di vendita dell’Ast di Terni da parte di ThyssenKrupp”: lo scrive la vicepresidente dell’esecutivo comunitario, Margrethe Vestager, rispondendo ad una interrogazione dell’eurodeputata dal M5S, Daniela Rondinelli.

Nella missiva Vestager ricorda che la Commissione segue la vicenda ed è a conoscenza delle indiscrezioni circolate sulla stampa ma “non può esprimersi sull’eventuale necessità di notificare l’acquisizione”. L’antitrust Ue, si legge ancora, “riconosce la necessità di proteggere l’industria europea da pratiche commerciali sleali”.

Ast è “una realtà produttiva fondamentale non solo per l’Umbria ma per l’intero Paese”, commenta in una nota l’europarlamentare del M5S, Daniela Rondinelli, che sottolinea l’impegno a “vigilare affinché sia effettuata un’istruttoria completa ed esaustiva” per “garantire il mantenimento della capacità produttiva e dei livelli occupazionali” di Ast “in un quadro europeo ed internazionale di concorrenza leale”.