E’ stato prorogato fino alle 24 di lunedì prossimo, 3 agosto, lo sciopero dell’intero polo chimico di Terni. La decisione è stata assunta dalle segreterie regionali e provinciali di Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil, “in assenza di notizie in merito alla convocazione da parte del ministero dello Sviluppo economico del tavolo sulla Treofan”.

Le organizzazioni sindacali, insieme alla rsu di fabbrica, ricordano – in una nota – che lo sciopero dei lavoratori Treofan, iniziato il 29 giugno, si protrae ormai da oltre un mese con difficoltà economiche per loro e le rispettive famiglie.

“Il 24 luglio – spiegano – si sono uniti alla lotta i lavoratori del polo chimico di Terni e questo perché la continuità produttiva di Treofan è una garanzia non solo per i lavoratori in vertenza, ma anche per tutti quelli che operano all’interno del polo, nonché di tutti quelli dell’indotto”.

Per i sindacati “la strategicità e il know-how di Treofan sono noti a tutti, a partire dai clienti che hanno sempre riconosciuto il marchio come garanzia di qualità. “Per tutto quanto detto – concludono – ci aspettiamo una celere convocazione del tavolo ministeriale”.