Questa mattina la Lega ha espresso vicinanza agli operai della Treofan. Il senatore umbro Valeria Alessandrini, insieme ai consiglieri comunali di Terni Federico Brizi, Giulia Silvani e Marco Cozza, si sono recati al picchetto di protesta organizzato dai lavoratori davanti ai cancelli dello stabilimento, portando la loro solidarietà e confrontandosi con le rappresentanze sindacali e i lavoratori preoccupati per le recenti notizie. Sul tema è intervenuta anche l’onorevole Barbara Saltamartini, segretario provinciale Lega Terni.

“Stiamo seguendo la questione Treofan con attenzione e da molto vicino – spiegano in una nota congiunta l’On. Saltamartini, il senatore Alessandrini e i consiglieri comunali – L’annuncio di Jindal di voler cedere lo stabilimento rappresenta un campanello di allarme che non dobbiamo sottovalutare. È in gioco il destino di 150 famiglie e i livelli produttivi di alta qualità che negli anni hanno contraddistinto non solo la città di Terni, ma l’Umbria intera. Dalla parte della Lega l’impegno è totale, fin da subito ci siamo mossi per tutelare il futuro del sito ternano attraverso le azioni messe in campo dal Comune di Terni e in particolare dalla Regione Umbria, oltre all’impegno profuso a livello nazionale come la recente presa di posizione di Matteo Salvini che continua a interessarsi della questione.

Ora spetta al Ministero dello sviluppo economico e più in generale al Governo Conte, abbandonare la posizione attendista finora intrapresa con scarso successo e fare la propria parte, convocando al tavolo nazionale la proprietà indiana dalla quale ci aspettiamo non le solite promesse, ma risposte chiare e concrete sul futuro del sito ternano. Vogliamo sapere cosa è stato fatto in questi mesi e da quali elementi è supportata la decisione di vendere lo stabilimento giudicato da più parti “profittevole”. La città merita risposte e continueremo a lavorare affinché emerga un quadro più chiaro della situazione”.