Il management olandese della capogruppo Jindal, dopo la chiusura dello stabilimento campano vuole portare via gli impianti destinati al sito di Terni.

Oggi alcuni lavoratori della Treofan di Terni hanno deciso di presidiare i cancelli dell’ex stabilimento di Battipaglia. Il sopralluogo della delegazione di Jindal Olanda, per la visione degli impianti, ha imposto la presenza degli operai davanti ai cancelli.

“Jindall ha deciso di portare via, negli altri stabilimenti del mondo, la nostra tecnologia. Dopo la vendita di Battipaglia, dopo aver dirottato i clienti spostandoli su altri prodotti del marchio Jindal, è facile prevedere che vogliano chiudere anche lo stabilimento di Terni. Si cancella così il marchio Treofan per aggirare la concorrenza nel mercato del packaging”: ha detto Sergio Cardinali (Filctem Cgil Nazionale), commentando quello che sta avvenendo.

“Jindal – ha concluso Cardinali – sta prendendo in giro i Lavoratori e il Governo italiano che, attraverso il MiSE, aveva chiesto di sospendere tutte le operazioni di trasferimento. L’azienda indiana dimostra, ancora una volta con il suo comportamento, di non avere rispetto del Paese in cui opera e dei cittadini che lo abitano, privandolo di risorse e ostacolandone lo sviluppo”.