Inaugurata a Narni, con un taglio del nastro ‘virtuale’, la piattaforma impiantistica Purify, per la bonifica acque di falda e il trattamento rifiuti liquidi industriali, LA più grande del centro Italia.

Il nuovo impianto di Nera Montoro – sviluppato, costruito e gestito in joint venture da algoWatt e ATP Project &Constructions integra due diverse linee di trattamento. La prima riguarda la bonifica acque di falda del sito di Nera Montoro, attraverso impianti chimico-fisico e biologico, una barriera formata da 48 pozzi per l’emungimento dell’acqua sottoposta a trattamento e un sistema di monitoraggio composto da 95 piezometri per una capacità complessiva di 438 mila metri cubi all’anno. La seconda concerne il trattamento rifiuti liquidi industriali, con una capacità di 58 mila tonnellate all’anno e due linee di processo.

L’impianto sorge all’interno dell’ex polo chimico industriale di Narni, dove sono già in funzione un impianto di trattamento Forsu con biodigestione, recupero energetico e compostaggio, ed un impianto per il recupero di Pfu (pneumatici fuori uso).

Per il sottosegretario all’Ambiente, Roberto Morassut “il green new deal sarà il pilastro della ripartenza dell’economia post Covid: tutelare il nostro territorio vuol dire valorizzare le nostre ricchezze”. “Il Governo – ha continuato – sta stanziando importanti risorse e sta lavorando a una sburocratizzazione delle procedure. In particolare, in tema di bonifiche e risanamento ambientale, abbiamo uno scopo comune: restituire il territorio alle comunità e farlo in tempi rapidi”.