“Mi sono sembrati molto determinati nel loro progetto per Ast. Da parte mia ho ribadito che a Terni servono lavoro, sviluppo e investimenti e che approcciarsi con la nostra città per un possibile acquirente significa entrare in contatto con una comunità che ha fortemente radicato nel suo Dna il valore della cultura industriale”: lo ha detto il sindaco di Terni, Leonardo Latini, al termine dell’incontro con Antonio ed Emma Marcegaglia.

Alla riunione, che si è protratta per oltre un’ora e mezza, erano presenti anche il presidente e il direttore generale di Confindustria Umbria, Antonio Alunni ed Elio Schettino.

Il sindaco ha sottolineato che “150 anni di industrializzazione hanno creato a Terni professionalità e capacità specifiche, ma anche un sistema di relazioni industriali molto più complesso che altrove e una grande sensibilità alle tematiche ambientali, sviluppatasi soprattutto negli ultimi anni”.

A questo proposito il sindaco ha illustrato gli interventi in corso sul progetto di recupero delle scorie e le varie problematiche ambientali sulle quali il Comune si è confrontato con l’azienda in questi anni.

Riguardo ai contenuti della possibile offerta di Marcegaglia, che dovrà essere valutata tecnicamente da Thyssen, il sindaco ha ribadito “i paletti che riguardano il mantenimento e potenziamento dell’area a caldo e del sito integrato nonché dei livelli occupazionali, rimanendo quindi a favore di qualsiasi iniziativa che vada nella direzione dello sviluppo economico della città”.