Sul delicato argomento che si riferisce all’incerto futuro dell’Ast di Terni è intervenuta anche la Presidente umbra Donatella Tesei. “La Regione – ha detto – in merito alla volontà che ci è stata comunicata di voler cedere o ricercare un partner per Ast, è pronta a fare la propria parte per far sì che i livelli occupazionali vengano tutelati e che non vengano dispersi né le potenzialità future né il valore che l’azienda ha sempre avuto per l’Umbria e l’Italia intera” “Per tale motivo – aggiunge – abbiamo intensificato le interlocuzioni con i vari attori e siamo pronti al dialogo”.

Tesei ha spiegato poi che la Regione è pronta “a supportare un piano industriale in grado di valorizzare la produzione dell’acciaio umbro, anche con l’entrata di un investitore che possa dare nuovo slancio e investimenti ad un settore strategico per la nostra regione e come detto per tutto il Paese, motivo per cui ogni evoluzione andrà seguita e valutata di concerto con le istituzioni statali”.