Via libera all’attivazione di un Fondo di garanzia da 1 milione di euro sulle anticipazioni della Cassa integrazione in deroga con l’obiettivo di velocizzare gli interventi volti a supportare la disponibilità del reddito dei lavoratori destinatari dei trattamenti di integrazione salariale, nelle more del pagamento diretto da parte dell’istituto previdenziale.

È quanto hanno stabilito la Regione Umbria e la commissione regionale Abi in coerenza con la convenzione nazionale in tema di anticipazione sociale. Prevista anche la messa a disposizione dell’elenco delle aziende autorizzate a fruire del trattamento di integrazione salariale in deroga direttamente sul sito di Arpal Umbria.

Le domande presentate ad oggi sono 8.971.

La commissione regionale Abi Umbria ha informato gli istituti sul territorio circa lo strumento di garanzia attivato e la disponibilità delle informazioni sulle aziende beneficiarie.

L’elenco delle banche che applicano la convenzione in Umbria è periodicamente aggiornato e consultabile sul sito www.abi.it.