L’assemblea di Umbria Energy, joint venture fra Asm Terni e Acea Energia ha approvato con seduta ordinaria il bilancio relativo all’esercizio 2019.
Nata 15 anni fa, si occupa di vendita di Energia Elettrica, Gas Naturale e prodotti di efficienza energetica a quasi 100.000 clienti, fra famiglie e imprese, su tutto il territorio nazionale.
I Soci e il Consiglio di Amministrazione, insieme al Presidente Ing. Paolo Ricci, hanno espresso piena soddisfazione per i risultati raggiunti.
Durante la riunione la CEO Dott.ssa Laura Caparvi, ha ripercorso le tappe principali delle azioni intraprese durante l’anno e ha sottolineato il netto miglioramento di tutti i principali indicatori economico-finanziari: dal Fatturato, che si attesta a 81 milioni di € (registrando un aumento del 16,3% rispetto all’esercizio precedente) al Margine Operativo Lordo che, per la prima volta, supera i 4,5 milioni di € (+5%) fino al dato relativo all’Utile Netto che risulta essere il più alto si sempre, pari a 1,5 milioni di € (+44,8%).
“Se si prende in considerazione il triennio 2017-2019 il Margine Operativo Lordo presenta un aumento dell’8,5% confermando così una costante creazione di valore da parte dell’Azienda”, spiega la CEO.
Umbria Energy ha messo in atto anche una serie di iniziative a tutela del territorio: “Tenuto conto dell’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19, ha ritenuto opportuno, proprio per fronteggiare questo durissimo periodo, di intervenire attraverso azioni mirate a sostegno del territorio”, ha spiegato ancora Laura Caparvi.
Recentemente l’Azienda è stata anche insignita del riconoscimento di “Azienda Ambasciatrice d’Italia 2020″ in Senato (foto), scelta da una giuria composta da magistrati ed esperti del mondo della cultura e dello spettacolo.