In Umbria l’avvio della ‘Fase 2′ sarà all’insegna di quanto previsto dall’ultimo Dpcm: la Regione non ha infatti varato alcuna deroga locale.

Nell’area colpita dal terremoto del 2016 è previsto il riavvio dei cantieri della ricostruzione in regola con le norme sulla sicurezza dei dipendenti.

Riapriranno praticamente tutti i parchi e le aree verdi, anche in questo caso con il rigido rispetto di distanziamento.

Ancora chiusi invece i cimiteri, ma il presidente di Anci Umbria Francesco De Rebotti, ha inviato una lettera al ministro della Salute Roberto Speranza e alla presidente della Regione Donatella Tesei, per chiedere un atto ufficiale che ne consenta la riapertura in sicurezza.

Sul fronte trasporti pubblici Busitalia Umbria incrementerà l’offerta con un sostanziale raddoppio delle corse sulle linee principali ed il ripristino di alcune linee extraurbane. Tutti i mezzi saranno dotati di dispenser di gel igienizzante a disposizione dei viaggiatori, mentre gli autobus verranno quotidianamente sottoposti a sanificazione straordinaria.

Rimarrà invece ancora chiuso il Minimetrò a Perugia.