Le industrie umbre sono “assolutamente pronte” alla ‘Fase 2′ dell’emergenza coronavirus.

A dirlo il presidente di Confindustria, Antonio Alunni, in un’intervista all’ANSA. “Finalmente si può riaprire” ha aggiunto, ricordando che le settimane di chiusura sono state utilizzate per mettere a punto i protocolli per “Implementare e garantire” la sicurezza dei lavoratori.

La ripresa coinvolgerà circa la metà del sistema industriale umbro ancora fermo e quindi 20-30 mila lavoratori. “Numeri molto importanti considerano anche le aziende che non si sono mai fermate” ha sottolineato Alunni.

“Riguardo al tema sicurezza l’unica preoccupazione che abbiamo – ha spiegato ancora il presidente degli industriali – è legata alla possibilità di reperire con continuità nel tempo i dispositivi di protezione individuale e i test rapidi per mettere in sicurezza i dipendenti”.

“Ancora più importante – ha concluso Alunni – è il tema della contrazione significativa della domanda che riguarda quasi tutti i settori produttivi ad eccezione di agroalimentare e farmaceutico”.