Sono partiti con il piede giusto i corsi di formazione della Camera di Commercio di Terni pensati per affiancare le imprese in questa fase di difficoltà dovuta all’emergenza sanitaria. Sono centinaia le aziende che hanno già scelto di iscriversi agli oltre venti corsi messi a disposizione dall’Ente camerale.

Si tratta di webinar del tutto gratuiti, pillole formative e informative rivolti alle aziende e ai professionisti Gli appuntamenti formativi #iomiformoacasa sono ripartiti in quattro macroaree: internazionalizzazione, digitale, ambiente e turismo. Una straordinaria occasione di formazione non solo per le imprese della manifattura, ma anche per quelle dell’artigianato, del commercio e servizi.

“Se ci si ferma a pensare a quante persone, oggi, sono online ogni giorno, quante volte accedono al web o ai social network o come sono cambiate le abitudini di acquisto è ovvio domandarsi come sfruttare al meglio questa opportunità per la propria attività lavorativa” sottolinea il Segretario generale Giuliana Piandoro

Il tema odierno è quello dei rifiuti e della nuova disciplina in materia di riciclo, mercoledi 29 aprile al centro del webinar l’impostazione di una campagna pubblicitaria su Facebook (15,30-17), giovedi 30 si parlerà dei nuovi Decreti #liquidità e #curaitalia e di tutti gli adempimenti previsti (15,30-17,30).Il calendario di maggio si aprirà lunedi 4 con il webinar sul Covid 19: il nuovo calendario fiscale (15,30-17,30). I corsi proseguiranno fino al mese di giugno. (programma al link: http://www.tr.camcom.gov.it/images/pdf/iomiformoacasa-programma-completo.pdf) .

Gli webinar sono realizzati in collaborazione con alcuni partner della Camera di Commercio di Terni e del Punto Impresa Digitale tra cui Terni Digital Week, Change Project Srl, Unione Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti contabili di Terni e Associazione Italiana direzione del personale – AidpUmbria.

Per il presidente della Camera di Commercio di Terni, Giuseppe Flamini: “con questi corsi proviamo a prendere per mano le imprese in questa fase di lockdown operando come alleati del sistema economico per favorire i processi di digitalizzazione e migliorare la competitività delle nostre aziende”.