Lavori in via telematica anche per la Camera di commercio di Terni che, nell’ultima riunione di giunta camerale, ha messo a punto parte delle azioni strategiche che si appresta a varare per aiutare le piccole e medio imprese della provincia ad affrontare l’emergenza coronavirus.

La prima azione guarda alla crisi di liquidità: con un intervento straordinario l’ente camerale ha varato un bando, aperto fino al 31 luglio, per la concessione di contributi alle micro e piccole imprese in abbattimento del Taeg per i finanziamenti volti a sopperire ad esigenze di liquidità.

Gli imprenditori potranno prendere in prestito fino a 80 mila euro praticamente senza pagare interessi, per un totale di 200 mila euro messi a disposizione delle 11 mila imprese costrette alla chiusura per effetto dei decreti governativi.

La seconda azione riguarda il rinnovato sostegno alle imprese sotto forma di servizi, mai interrotti e anzi aumentati, tra cui quelli legati alle numerose pratiche relative alla riconversione di imprese verso la produzione di dispositivi di protezione individuale.

Infine, per quanto riguarda la formazione, l’ente ha trasformato un piano formativo già varato nel percorso online #iomiformoacasa con 24 corsi, tutti gratuiti e tutti fruibili da remoto, su temi come e-commerce, smart working, cybersecurity, internazionalizzazione. Già in agenda anche approfondimenti amministrativi sul decreto Cura Italia e liquidità (30 aprile e 4 maggio) sulla gestione del bilancio in tempi di crisi (12 maggio).

Il primo appuntamento, sul tema della comunicazione social e il brand journalism, si è già svolto nei giorni scorsi.