La Regione Umbria metterà a disposizione delle imprese 81 milioni di euro “reali” per sostenere l’economia nella crisi provocata dal coronavirus. Lo ha annunciato la presidente Donatella Tesei nel corso di una video conferenza stampa con gli assessori interessati.

Gli interventi saranno divisi in tre fasi. “La fase uno – ha detto la Tesei – è immediata e siamo pronti a mettere in campo 36 milioni reali per le imprese più altre misure che serviranno anche a settori quali agricoltura, turismo e ricostruzione post sisma. La seconda fase ci sarà a fine maggio con altri circa 35 milioni reali e ulteriori misure per le imprese. Ci sarà poi una terza fase, pensiamo a luglio, quando con un lavoro importante – ha sottolineato la governatrice umbra – pensiamo di mettere a disposizione altri dieci milioni di euro”.

“Nel piano di misure a sostengo delle imprese umbre – ha poi aggiunto la presidente Tesei – una grandissima attenzione sarà riservata anche al settore strategico della ricostruzione post sisma. In questo contesto – ha spiegato la governatrice – stiamo andando avanti anche con le procedure di assunzione del personale, 27 assegnate all’Umbria, che potranno velocizzare l’istruttoria delle pratiche e quindi riprendere, potenziare e velocizzare tutto il percorso della ricostruzione”.

A breve, secondo quanto annunciato in conferenza stampa, ci sarà una cabina di regia per la ricostruzione del post sisma 2016 con il commissario Legnini “che – ha detto Tesei – sta redigendo delle ordinanze ad hoc proprio finalizzate alla velocizzazione e alla semplificazione”.