“Oggi come 100 anni fa, dalla parte dei più deboli e con la persona al centro di tutto, a cominciare dal lavoro che è il mezzo migliore per costruire il bene di ognuno, ma soprattutto quello comune”. A sottolinearlo, in occasione delle celebrazioni per i 100 anni di Confcooperative, svolte nella sala dei Notari a Perugia, è stato Carlo Di Somma, presidente regionale dell’associazione di imprese che ingloba 297 cooperative, con 42.000 socie e 9.200 dipendenti e un valore della produzione complessivo di oltre due miliardi di euro.

Rivolgendosi alla presidente della Regione Donatella Tesei, intervenuta all’incontro, Di Somma – successore del neoeletto consigliere regionale Andrea Fora a cui è andato il plauso della platea per il lavoro svolto in questi anni – ha elencato alcune tematiche da affrontare, come “la nuova programmazione europea; un rinnovato rapporto con la politica; le tariffe e le rette dei servizi; gli appalti al massimo ribasso che massacrano le imprese serie”.