“A Terni rivendichiamo da tempo un piano industriale che guardi in avanti e non a scadenze ravvicinate, abbiamo una produzione di eccellenza e un sito di eccellenza che vive senza sapere quali sono le scelte della

Thyssen”: lo ha detto a proposito dell’Ast la segretaria generale della Fiom Cgil nazionale, Francesca Re David, parlando a Terni a margine dell’assemblea generale del sindacato, convocata per eleggere il nuovo segretario provinciale.

“La siderurgia in questo Paese è oggi in una fase di grande confusione” ha aggiunto Re David. “E’ un asset strategico – ha affermato ancora Re David – ma la politica delle multinazionali e il fatto che i Governi degli ultimi 20 anni non se ne siano occupati fanno stare sulle sabbie mobili i lavoratori, i territori e l’intera industria italiana”.