Favorire e sostenere i processi di internazionalizzazione delle micro, piccole e medie imprese umbre attraverso la concessione di contributi per la partecipazione a missioni all’estero e attività di incoming nella regione, realizzati da soggetti attuatori specializzati: è quanto si propone l’avviso pubblicato da Sviluppumbria.

E’ stato presentato in una conferenza stampa dall’amministratore unico di Sviluppumbria, Marco Giulietti, e dal direttore generale Mauro Agostini. Presenti imprenditori e associazioni di categoria. L’avviso, che si chiuderà il 29 novembre, è rivolto alle micro, piccole e medie imprese umbre, inclusi i liberi professionisti, che possono chiedere contributi a fondo perduto per l’acquisizione di servizi di internazionalizzazione da operatori specializzati che hanno proposto progetti strutturati di promozione dell’export tramite missioni imprenditoriali all’estero e attività di incoming.

La dotazione finanziaria ammonta complessivamente a 500 mila euro.