E’ stato pubblicato nell’edizione straordinaria del Bollettino ufficiale della Regione Umbria del 4 ottobre scorso il bando a sportello per la concessione di contributi alle imprese commerciali dell’Area di crisi complessa Terni-Narni.

Sono previsti incentivi agli investimenti finalizzati allo sviluppo del terziario anche rivolti alla digitalizzazione delle imprese attraverso risorse regionali destinate alle imprese con sede operativa nel comune di Terni. Le risorse finanziarie a sostegno delle agevolazioni ammontano a 350 mila euro a valere sul “Fondo unico regionale per le attività produttive” del Bilancio regionale di previsione 2019-2021 – annualità 2020.

Possono fare domanda di contributo le piccole e medie imprese in forma singola o associata nella forma del consorzio o della società consortile o del contratto di rete, con sede operativa oggetto di intervento ubicata nel Comune di Terni, che sono in possesso dei requisiti previsti dal bando.

Il contributo per i progetti delle imprese in forma singola è concesso a fondo perduto in regime de minimis, nella misura del 50% della spesa ritenuta ammissibile.

Per le imprese in forma aggregata sono ammissibili proposte progettuali che prevedano spese ammissibili di importo complessivo non inferiore a 75 mila euro per ogni aggregazione, comprensivo sia delle spese comuni (relative all’aggregazione) sia delle spese singole relative agli investimenti di ciascuna impresa aderente.

Gli interventi dovranno iniziare non prima del 1 gennaio 2020 e concludersi entro il 30 settembre dello stesso anno. La presentazione delle domande potrà avvenire a mezzo PEC a partire dalle ore 08.00 del 9.11.2019 e fino ad esaurimento delle risorse e comunque non oltre le ore 24.00 del 31/05/2020.