“Non chiediamo assistenzialismo, vorremmo soltanto quelle condizioni che una persona normale di questa nostra Italia chiederebbe per lavorare e fare impresa in una terra così fragile rispetto ad un altro posto. Se chiediamo troppo almeno ditelo con chiarezza, potremmo così essere padroni del nostro destino”: lo ha scritto sul proprio profilo Facebook Vincenzo Bianconi, presidente regionale di Federalberghi e imprenditore della ricezione turistica di Norcia. Il riferimento è alle “lentezze” con cui si procede nella ricostruzione post sisma e alla “mancanza di strumenti legislativi” utili a favorire la ripartenza delle attività produttive.

“Sono passati tre anni e tre Governi” ha sostenuto Bianconi. “Molte dichiarazioni – ha aggiunto – ci hanno trasmesso fiducia e speranza, ma alle parole non hanno fatto seguito fatti concreti”.