- Radio Galileo - http://www.radiogalileo.it -

AGRICOLTURA SOCIALE, ECCO “OPENFARMS”

Posted By Redazione Galileo On 31 maggio 2019 @ 17:52 In Economia

Il progetto di Innovazione Sociale OpenFarmS – Per un modello innovativo di intervento con le persone con disturbo dello spettro autistico in Agricoltura Sociale, è stato proposto dall’Associazione Temporanea di Scopo composta dalla Cooperativa sociale Agricola Terre Umbre, Angsa Umbria e da Legambiente Umbria, ed è stato finanziato dalla Regione a valere sul bando PROGETTI SPERIMENTALI del terzo settore _ Azioni innovative di welfare territoriale in attuazione di POR FSE e POR FESR 2014-2020 con 299.300 euro, di cui 22.4100 su FSE e 75.200 su FESR.

OpenFarmS è stato presentato questa mattina presso il Caffè letterario della Bct di Terni e ha visto la partecipazione della presidente della Cooperativa Sociale Agricola Terre Umbre, Loredana Scriccia, della referente di Angsa Terni e del il referente di Legambiente Gianni di Gianmattia che, insieme al progettista Carlo Andreucci, hanno presentato le caratteristiche e le varie fasi dell’iniziativa. Sono inoltre intervenuti l’assessore ai Servizi Sociali del Comune di Terni, Marco Celestino Cecconi, il responsabile del Servizio di Neuropsichiatria infantile e dell’adolescenza della Usl Umbria 2, professor Augusto Pasini, accanto alla dottoressa Antonia Tamantini, direttore del Dipartimento Salute Mentale della Usl Umbria 2.

OpenFarmS ha come obiettivo la co-progettazione e sperimentazione di un modello di Servizio per l’abilitazione sociale e lavorativa delle persone con disturbo dello spettro autistico nell’ambito specifico delle attività dell’Agricoltura Sociale attraverso il coinvolgimento attivo delle Comunità degli utenti e loro familiari, degli operatori pubblici e privati e dei cittadini.

Il Progetto

Il Progetto OpenFamS, di durata biennale, è collegato alla prossima realizzazione di un laboratorio di trasformazione dei prodotti agricoli a Torreorsina e alle attività che saranno realizzate presso i terreni e gli orti della Cooperativa Sociale Agricola Terre Umbre ad esso connessi. Parallelamente, il progetto sarà portato avanti anche a Spello, presso il centro gestito da Angsa Umbria.

I primi protagonisti dell’iniziativa saranno 10 giovani con disturbo dello spettro autistico che parteciperanno a percorsi abilitativi propedeutici all’integrazione sociale e lavorativa.

In particolare sono previste:

• Attività produttive di Agricoltura Sociale – coltivazione, laboratorio di trasformazione prodotti agricoli, commercializzazione

• Percorsi “on the job” per giovani con disturbi dello spettro autistico che integrano i Piani Terapeutici con finalità di abilitazione lavorativa

• Definizione, tramite service design, di Modello specifico di intervento per l’inclusione lavorativa e sociale per la presa in carico globale di giovani con disturbo dello spettro autistico coerente con i piani terapeutici.

• Azioni di inclusione Sociale nei contesti di Agricoltura sociale di Terre Umbre e ANGSA e nei territori con la partecipazione attiva dei beneficiari, loro famiglie e delle Comunità tramite attività/eventi di promozione dell’inclusione, dell’Agricoltura Sociale e della cittadinanza attiva e consapevole.

Il Progetto è in linea con la necessità di coniugare un intervento precoce volto all’acquisizione delle abilità indispensabili all’autonomia di vita con un approccio comportamentale all’interno del quale l’aspetto emotivo e relazionale assumono un’importanza basilare.

 I Disturbi dello Spettro Autistico

Ogni 10.000 persone nate 10 sono affette da autismo primario, ogni 10.000 persone 60 sono affette da disturbo generalizzato dello sviluppo (DGS); il rapporto tra uomini e donne è di 4 a 1 (media mondiale). Nella realtà regionale (dati Monografia Progetto Autismo del Maggio 2009), nella popolazione umbra compresa fra 0/19 anni pari a 142.148, 142 persone hanno una diagnosi a prevalenza di autismo, mentre 852 hanno una diagnosi a prevalenza di DGS.

Manca ad oggi una reale conoscenza dei dati relativi all’incidenza di tale sindrome nella popolazione oltre i 19 anni di età perché fino all’emissione del DSM-V il passaggio dai Servizi Riabilitativi dell’Età Evolutiva ai Servizi della Salute Mentale coincideva con la perdita della diagnosi, oltre che delle cure e dei trattamenti specificamente necessari.

Gli stakeholder coinvolti nel progetto sono USL Umbria 2, Comuni di Terni e Foligno, DAFNE – Università degli Studi della Tuscia, Ass. Conca d’Ora Onlus – Bassano del Grappa (VI), Circoli Legambiente di: Spoleto, Foligno, Amelia, Acli Provinciale Perugia, Ass. Cittadinanzattiva, Ass. ADIC Umbria, Ass. Unasam, Ass. Arci Solidarietà Terni, Movimento di Difesa del Cittadino, Ass. Arci Comitato Provinciale Terni. In fase di attivazione del progetto sarà possibile coinvolgere altri stakeholder.


Article printed from Radio Galileo: http://www.radiogalileo.it

URL to article: http://www.radiogalileo.it/economia/2019/05/31/64355-agricoltura-sociale-ecco-openfarms

URLs in this post:

[1] Redazione Galileo: http://www.radiogalileo.it/author/redazione-galileo

Copyright © 2014 Radio Galileo. All rights reserved.