Il 2018 si conferma un anno positivo per i distretti umbri con tassi di crescita positivi per tutti i distretti monitorati: le esportazioni hanno raggiunto i 723 milioni con una crescita del 13,2%, il risultato migliore tra le variazioni percentuali di tutte le regioni.

“Determinante per questo successo – ha detto il direttore regionale Toscana e Umbria Intesa Sanpaolo, Luca Severini – è l’alta qualità dei prodotti”.

Dall’analisi del Monitor dei Distretti dell’Umbria, realizzato dalla direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo, si evince come il distretto della Maglieria e abbigliamento di Perugia si confermi centrale, con un peso sull’export distrettuale del 64%; nel 2018 le vendite all’estero sono state pari a circa 465 milioni (+12,3%) con un incremento rispetto al 2017 di 51 milioni, trainate in particolare dal comparto dell’abbigliamento. Segue per importo di esportazioni il distretto dell’Olio umbro.