Gli agricoltori di Castelluccio di Norcia sono tornati sul Pian Grande per iniziare l’aratura dei terreni e in alcuni casi direttamente la semina della lenticchia.

La carovana dei trattori, partita dalla città di San Benedetto, è giunta ai piedi del borgo distrutto dal terremoto, con i mezzi che sono stati posizionati proprio davanti all’Italia disegnata dagli alberi sulla collina che domina la piana.

“È la terza semina dopo il sisma – ha spiegato all’Ansa un rappresentante degli agricoltori – e per la prima volta siamo potuti salire senza alcun problema di viabilità. Resta però alta – ha aggiunto – la preoccupazione per il futuro del paese dal momento che la ricostruzione appare ancora lontana. In attesa di avviare quella pesante – ha concluso – sarebbe importante recuperare subito le case fuori dal centro storico del paese, mentre siamo ancora in attesa che vengano realizzare le otto casette Sae e i moduli collettivi che ci consentano di fermarci a dormire qui la notte dopo un’intera giornata di lavoro”.