Prosegue il percorso dell’Ast di Terni nella lotta alla corruzione e nell’affermazione dei valori etici: lunedì 25 febbraio, nella sala blu di palazzo Gazzoli, verrà infatti presentata “No corruption zone”, la nuova campagna di comunicazione interna aziendale.

La campagna, che sarà avviata nelle prossime settimane, sarà inserita nell’ambito delle attività anticorruzione e sarà dedicata a dipendenti, partner commerciali e visitatori dello stabilimento. A presentarla, per l’occasione, sarà l’amministratore delegato dell’acciaieria, Massimiliano Burelli.

All’iniziativa sono attesi anche Hanni Rosenbaum senior director, policy and strategic planning del Biac Ocse, Alfredo Durante Mangoni, coordinatore attività internazionali anti-corruzione del ministero Affari esteri, Giampaolo Leone, group compliance officer Tim, Sebastian Lochen, chief compliance officer Thyssenkrupp Ag, Antonio Buonafine, regional compliance officer Thyssenkrupp, Nicola Allocca, governance director Ast e membro del Biac task force on anti-corruption dell’Ocse.