Si è riunito oggi, presso la sede del Ministero dello sviluppo economico, il tavolo sulla crisi produttiva e occupazionale dei siti Treofan dopo il passaggio della società al gruppo Jindal.

All’incontro, presieduto dal Vice capo di gabinetto Giorgio Sorial, erano presenti le organizzazioni sindacali mentre erano collegati in videoconferenza i rappresentanti dell’azienda. Sorial ha espresso “il forte disappunto del Governo per l’assenza oggi del management al Ministero e per la mancanza di parole chiare sul futuro dei siti produttivi e dei lavoratori”.

Nel corso dell’incontro l’azienda ha informato che è ancora in corso una valutazione sul prossimo piano industriale che coinvolge la sede di Battipaglia e che nell’incontro già in programma il 24 gennaio renderanno note, nell’ambito delle linee guida del piano che verranno presentate, anche le loro decisioni in merito al riavvio della produzione nel sito campano.

Al Tavolo è stata inoltre ribadita la necessità che Jindal si impegni in tempi brevi a riavviare la produzione a Battipaglia, al fine di rassicurare i lavoratori pronti a proseguire nelle loro iniziative sindacali, a garantire le prospettive anche sul sito di Terni e coinvolgere le parti nel merito del piano industriale che riguarda tutti i siti produttivi dell’azienda presenti in Italia.

Il ministero, si legge in una nota, proseguirà a monitorare la situazione in vista dell’incontro in programma il 24 gennaio, acquisendo tutti gli elementi utili a trovare una soluzione positiva al tavolo di crisi.