Il 2018 si chiude con un’inflazione ancora in calo, che si attesta al +1,1% a Terni. Lo riferisce la rinnovata commissione statistica comunale che ha diffuso il bollettino di dicembre. Nel mese appena trascorso il consistente calo dei prezzi dei carburanti si contrappone agli aumenti registrati in vari prodotti alimentari e servizi legati al turismo e alle vacanze determinati in buona parte dalle concomitanti festività natalizie.

A differenza di quanto avveniva nel passato non ci sono stati però aumenti nei prezzi degli ingredienti tipici dei dolci natalizi (noci, cioccolata, frutta secca) e addirittura il prezzo dello spumante è risultato essere in diminuzione.

Si è trattato delle prima riunione della rinnovata commissione a seguito della scadenza biennale della precedente. La commissione comunale di controllo dei prezzi al consumo è stata nominata con decreto del sindaco Leonardo Latini. Fanno parte della commissione, presieduta dalla funzionaria del comune di Terni Simona Coccetta (segretario è Alessandra Pedroni, anche lei dipendente servizi statistici comunali)

rappresentanti della Camera di Commercio, dell’ufficio provinciale del lavoro, delle principali organizzazioni di categoria e dei lavoratori.