Si è chiusa stamane la gara, bandita attraverso il Mercato elettronico della pubblica amministrazione, per l’aggiudicazione dei servizi temporanei di sei mesi di gestione dell’area della Cascata delle Marmore.

Alla chiusura – spiega una nota dell’amministrazione comunale – risulta aver partecipato un solo soggetto, la cui offerta sarà esaminata il prossimo 9 gennaio, all’apertura della busta e successivamente valutata da una commissione appositamente costituita. La procedura, secondo quanto riferiscono gli uffici tecnici comunali, si è resa necessaria per garantire lo svolgimento della gara europea che sarà pubblicata a breve per una gestione di altri sei mesi con opzione per ulteriori sei.

Stamani il sindaco, Leonardo Latini, e il vicesindaco e assessore al turismo, Andrea Giuli, hanno ricevuto gli operatori della precedente gestione, ascoltando le loro preoccupazioni e fornendo tutte le informazioni in proprio possesso anche in merito all’accordo sindacale raggiunto nella giornata di ieri con tutte le sigle della rappresentanze dei lavoratori per la gestione della fase transitoria e per l’applicazione della clausola sociale.

“La fase di transizione attuale con le sue inevitabili incertezze – specifica l’amministrazione comunale, sentiti gli uffici tecnici – è conseguenza diretta della necessità di gestire una procedura di gara complessa in tempi strettissimi. Per una serie di questioni tecnico procedurali ed avendo avuto indicazione da parte dei dirigenti e dei tecnici dell’impossibilità di una proroga del servizio, si è passati nel più breve tempo possibile all’indizione di una gara su Mepa per l’affidamento per sei mesi; si è quindi affrontata la fase di transizione con una necessitata gestione in house limitata esclusivamente a far sì che la Cascata resti comunque fruibile nelle domeniche di gennaio. L’alternativa sarebbe stata la chiusura del sito sino alla definitiva aggiudicazione”. Il Comune ritiene che la propria condotta “sia stata improntata politicamente alla massima trasparenza con un unico obiettivo: quello di continuare a sviluppare il sito turistico più importante del ternano e uno dei più importanti in Italia nell’interesse del Comune di Terni, nel pieno rispetto di procedure e normative e tutelando il più possibile i suoi lavoratori”.

Nella mattinata di oggi tutte le informazioni utili sulle aperture della Cascata delle Marmore nel mese di gennaio sono state pubblicate nel sito web del turismo dello stesso Comune.